CARPINETI - INDAGINI DEI CARABINIERI PER LA BARISTA MORTA

Gli inquirenti stanno ricostruendo le ultime ore di vita della 29enne Sara Teneggi. In particolare i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Castelnovo Monti stanno valutando la posizione delle ultime due persone che sono state in compagnia della ragazza. I militari intendono ricostruire con esattezza tutti i fatti ed accertare se questi due amici, uno residente nella zona e l’altro proveniente da un’altra provincia, possano essere responsabili di omissione di soccorso.Al momento non ci sono indagati. Il passaggio fondamentale è l’autopsia che era stata disposta dal pm Stefania Pigozzi per oggi e che è stata rinviata ai prossimi giorni. Quando si conosceranno le cause del decesso sarà possibile capire se si possono anche ipotizzare eventuali responsabilità di terzi.Le due persone finite sotto i riflettori erano a casa della barista prima che fosse trovata senza vita nel suo letto. I carabinieri vogliono capire se la giovane si è sentita male in loro presenza e per quale motivo.Sara viveva a Pantano di Carpineti con la madre e il compagno di quest’ultima. La tragedia si è consumata domenica. La 29enne dopo pranzo è andata a riposare nella sua stanza. Alle 17 i famigliari sono andati a svegliarla, ma la giovane non rispondeva più e non reagiva alle sollecitazioni.L’allarme immediato alla centrale operativa 118 ha fatto arrivare nell’abitazione un’ambulanza della Croce Rossa e un’automedica. Ma i sanitari si sono subito resi conto che qualsiasi tentativo sarebbe stato vano: il cuore si era fermato e il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

<< Torna alla pagina precedente